29Agosto20:0021:00Orchestra da camera Orfeo

Dettagli evento

L’Orchestra da camera Orfeo è una formazione orchestrale stabile, fondata a Catania nel 2020 dal direttore d’orchestra Domenico Famà e formata da professori d’orchestra nonché da giovani ed eccellenti strumentisti di nuova generazione. Scopo principale della formazione è quello di dedicarsi a un repertorio musicale vasto che spazia dalla musica barocca fino alla musica contemporanea, prestando molta attenzione alla prassi esecutiva e alle fonti musicali di riferimento. L’orchestra collabora stabilmente con le maggiori realtà musicali del territorio sin dalla sua fondazione; tra queste il Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania, la Società Catanese Amici della Musica, l’Associazione Musicale Mozart Italia e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Catania.

Musicista poliedrico, Domenico è un direttore d’orchestra, compositore e chitarrista italiano. Ha iniziato lo studio della chitarra classica a 7 anni e ha tenuto il suo primo recital solistico a 9 anni. Si è diplomato in chitarra classica con il massimo dei voti presso il Conservatorio Stanislao Giacomantonio di Cosenza – studiando con Pietro Morelli e Orazio Carrara – e successivamente è diventato allievo del chitarrista/compositore Angelo Gilardino, studiando presso la Scuola Superiore di Musica Vallotti di Vercelli. Ha conseguito brillantemente il diploma di direzione d’orchestra presso l’Italian Conducting Academy di Milano con Gilberto Serembe e si è perfezionato seguendo i corsi di György Györiványi Ráth con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze. Laureatosi a Catania in didattica della musica con il massimo dei voti e la lode, ha studiato composizione con Enrico Dibennardo e ha approfondito i suoi studi musicali con Luigi Attademo, Guido Salvetti e Lucio Matarazzo. Nel 2018 ha debuttato in qualità di direttore d’orchestra presso il Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania, ospite in un concerto sinfonico dedicato a Mozart, Rossini, Verdi e Bellini e ha al suo attivo collaborazioni con lo stesso ente lirico catanese, con l’Orchestra Classica Viva di Milano e con l’Orchestra del Maggio Musicale di Firenze. Nel 2020 ha fondato l’Orchestra da Camera Orfeo con cui ha lavorato a diverse produzioni con repertorio barocco e classico, collaborando assiduamente con l’Associazione Mozart Italia di Modica, la Società Catanese Amici della Musica e il Teatro Massimo Bellini di Catania. Nel maggio 2021 è uscito Fragments de temps, il primo progetto discografico dedicato a tutta la musica originale che ha scritto per varie formazioni da camera e ispirata al repertorio cameristico francese di primo Novecento. Il disco è prodotto e distribuito dalla casa discografica Da Vinci Publishing di Osaka e distribuito a livello mondiale da Hal Leonard e – in Italia – da Ricordi. Apprezzato interprete del repertorio per chitarra sola del XX e XXI secolo, è dedicatario di diverse nuove composizioni per chitarra – tra cui Capriccio Etneo di Angelo Gilardino (Bèrben 2014) – eseguendole sempre in prima esecuzione. Vincitore assoluto di molti concorsi di esecuzione musicale nazionali ed internazionali (Concorso Nazionale Placido Mandanici, Concorso Nazionale Benedetto Albanese, Concorso Internazionale Lucio Stefano d’Agata, Concorso Internazionale Magma, Concorso Internazionale Amigdala), svolge un’intensissima attività concertistica in tutta Italia, esibendosi regolarmente per conto di importanti enti musicali; tra i più noti Fondazione Taormina Arte, Teatro Rendano (Cosenza), Palazzo Cavagnis (Venezia), DocBi Centro Studi (Biella), Festival Ville Vesuviane (Napoli), Fondazione Teatro Garibaldi (Modica), Noto Musica Festival, Associazione Mozart Italia (Modica), Associazione Jervolino (Caserta), Teatro Donna Fugata (Ragusa), S.C.A.M. (Catania), Associazione Ricercare (Cuneo), Magazzino Musica (Milano), Vittorio Guardo Chamber Music Festival (Siracusa), Società Italiana Dante Alighieri (Catania). Fa parte dell’ensemble barocco Il Cimento Armonico, con cui ha debuttato in qualità di chitarrista barocco nella produzione dell’opera Acis and Galatea di Händel; suona stabilmente con il violinista Salvatore Domina, primo violino del Teatro Massimo di Catania, con il chitarrista Alfredo D’Urso e con il soprano Giulia Mazzara. In qualità di compositore, dal 2011 scrive musica da camera originale – accolta sempre con favore dalla critica e pubblicamente eseguita – tra cui la Sonata Fragments de temps (2013) e Due impressioni parigine (2014) per flauto e pianoforte, la Sonatina Lumières dans l’obscurité (2017) per flauto e chitarra, Rêverie (2018) e Petite Chanson (2020) per voce e pianoforte, tutte pubblicate dall’etichetta internazionale OMK Da Vinci Publishing di Osaka. Nel 2020 la casa editrice torinese Achille e La Tartaruga ha pubblicato i suoi Due Ritratti per chitarra, premiati con cinque stelle dal magazine italiano Seicorde. Dal 2012 è direttore artistico dell’Associazione Musicale Promethéus con cui, ogni anno, organizza una stagione concertistica, collaborando con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Catania. Scrive regolarmente per la rivista culturale Incontri, la Sicilia e l’altrove e per il magazine italiano Dotguitar. Apparso più volte sulla rivista italiana Seicorde per le sue esecuzioni di musica contemporanea, è autore di un testo dedicato ad Angelo Gilardino e alla sua scuola chitarristica. Vincitore dei concorsi a cattedra 2016, è docente di ruolo di Chitarra presso il Liceo Musicale Turrisi Colonna di Catania e docente esterno presso il Conservatorio Stanislao Giacomantonio di Cosenza.

Maggiori informazioni

Orario

(Lunedi') 20:00 - 21:00

Menu
X