Ottetto dei Solisti siciliani

29Maggio20:00Ottetto dei Solisti siciliani

Dettagli evento

Alessio Vicario, nasce a Messina, inizia giovanissimo gli studi musicali nel Conservatorio della sua città sotto la guida di Giuseppe Balbi. Si diploma brillantemente in clarinetto nel 1992 e partecipa a diversi concorsi nazionali classificandosi sempre ai primi posti. Dal 1995 al 2001 collabora assiduamente con le orchestre dei più importanti teatri siciliani tra cui l’Orchestra Sinfonica Siciliana e l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo. Dal 2001 fa parte stabilmente di quest’ultima ricoprendo il ruolo di Primo Clarinetto Solista. In questi anni degne di nota sono le collaborazioni con alcuni tra i più importanti direttori del panorama internazionale tra cui D.Oren, Z.Mehta, G.Ferro, M.W.Chung, N.Marriner, J.Colon, D.Gatti, R.Muti. Ad oggi, con l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, ha al suo attivo diverse incisioni per le più prestigiose etichette discografiche tra cui Chandos, Sony, Arthaus, e parallelamente svolge un’intensa attività concertistica in svariate formazioni cameristiche, dal duo con pianoforte al decimino di fiati, che lo portano ad esibirsi nelle più prestigiose sale da concerto del mondo. Nel 2011 fonda “Strange Duo” insieme alla fisarmonicista Carmela Stefano, connubio che, nel 2012, ispira il compositore siciliano Joe Schittino che compone e dedica al Duo la sua prima composizione per clarinetto e fisarmonica: le Variazioni – Fantasia JS 173 su “Quando Me n’vo” (dalla Bohème di Puccini). Il brano verrà poi inserito in un progetto che porterà alla realizzazione di 2 CD “Virtuous Flair”(2012) e “Virtuous Flair 2”(2013) dedicati alle parafrasi operistiche ed alla musica di R.Galliano e A.Piazzolla. Nel 2013, nel corso di una tournèe da solista in Austria, esegue il Concerto n.1 op.73 di C.M. von Weber. Nel Gennaio del 2022, accompagnato dall’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, esegue sempre da solista e in prima esecuzione assoluta, la Ballata Sinfonica “ Alma” per clarinetto, fisarmonica ed orchestra, commissionata dallo stesso Teatro Massimo al talentuoso compositore siciliano Joe Schittino . A Marzo dello stesso anno viene invitato a collaborare con la “ Bläserphilharmonie Mozarteum Salzburg” per la realizzazione di un CD delle Sinfonie n.5 e 6 di Beethoven nell’arrangiamento per fiati. Viene frequentemente invitato a tenere Masterclasses di alto perfezionamento presso le più prestigiose Accademie.

Giuseppe Davi, nasce a Palermo nel 1989. Intraprende giovanissimo lo studio del pianoforte e partecipa contemporaneamente, con il Coro delle Voci Bianche del Teatro Massimo di Palermo, alle produzioni lirico sinfoniche dal 1995 al 2001, anno in cui inizia lo studio del fagotto con il maestro Maurizio Barigione. Si diploma in fagotto nel 2008 presso il Conservatorio V.Bellini di Palermo seguito dal Maestro Fulvio Basta e nell’estate del 2010 si laurea presso l’Universita di Musica e Arte (ZHDK) di Zurigo con il massimo dei voti sotto la guida dei maestri Giorgio Mandolesi e Mathias Racz. In qualità di Primo Fagotto collabora con le più importanti Orchestre Siciliane, con l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, con l’Orchestra Filarmonica del Teatro Regio di Torino, con l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia e con l’Orchestra e con la Filarmonica della Scala di Milano. Collabora inoltre con la Symphonische Orchester Zurich, con il gruppo strumentale “I Fiati di Parma” e con l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. Vincitore di numerosi concorsi internazionali, ottenendo prestigiosi riconoscimenti (Tessera Preziosa del Mosaico Palermo, conferitagli dal Sindaco di Palermo nel Marzo 2018), affianca all’orchestra un’eclettica attività solistica e cameristica, che lo vede impegnato, in diverse formazioni, anche nell’esecuzione filologica, con strumenti d’epoca, delle opere di alcuni tra i più importanti compositori, dal medioevo e rinascimento ai giorni nostri. Significative a tal proposito le collaborazioni con il gruppo strumentale “Antonio il Verso”, con l’ensemble “Zefiro” e con “The Italian Consort”, specializzati nell’esecuzione della musica antica. In vece di solista collabora con gli Amici della Musica, Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana e Teatro Massimo di Palermo. Dal dicembre del 2010 ricopre il ruolo di Primo Fagotto presso l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo.

Nato nel 1997, si è diplomato in corno al Conservatorio “A. Corelli” di Messina nel 2015 con il massimo dei voti.

Si è distinto in vari concorsi nazionali e internazionali, conseguendo il 3° posto al concorso “AudiMozart” di Rovereto (TN) nel 2018, il 1° posto al concorso “P. Mandanici” di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) nel 2012, nel concorso per giovani talenti al “French Horn magazine video Contest” nel 2020 e nel concorso per giovani talenti dell’ “Italian Bass Week” nel 2019.

Vincitore di concorso per 2° corno con l’obbligo del 4° e della fila presso l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, collabora come vincitore di audizione con le orchestre del Maggio Musicale Fiorentino, del Teatro Petruzzelli, dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, della Filarmonica di Benevento e del Teatro Massimo di Palermo. E’ inoltre vincitore di audizione all’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova e idoneo all’Orchestra del Teatro Bellini di Catania.

Ha suonato sotto la direzione di illustri maestri quali Z. Metha, D. Gatti, M. V. Chung, R. Muti, Sir A. Pappano, E. P. Salone, F. Luisi, M. Jurowski, S. Goetzel, Sir J. E. Gardiner, K. Makela, E. Inbal, E. Bosso.

Ha seguito il Corso di Alto Perfezionamento per Corno presso la Scuola di Musica di Fiesole (FI) sotto la guida di L. Benucci nel triennio 2017-2020. Si è perfezionato con i Maestri A. Allegrini, R. Vlatkovic, S. Dohr, A. Cazalet, E. Bongiovanni, N. Ricciardi, P. Mangano, D. Stagni, D. Clevenger.

Silviu Dima, violino Ha iniziato lo studio del violino a Tirgu Mures (Romania) sotto la guida di Hamza luliu vincendo vari concorsi nazionali. Trasferitosi in Italia nel 1984, ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale “Città di Stresa”. Si è diplomato presso il Conservatorio de L’Aquila con il massimo dei voti. Ha seguito corsi di perfezionamento con Mariana Sirbu, Corrado Romano, Zinaida Gilels e Pavel Vernikov. Ha svolto intensa attività di musica da camera suonando per alcuni anni con I Solisti Aquilani. È primo violino presso il Teatro Massimo di Palermo, dove nel 2015 ha eseguito la Romanza in Fa maggiore per violino e orchestra op. 50 nell’ambito di uno dei concerti dedicati al ciclo dei concerti per pianoforte e orchestra di Ludwig van Beethoven, con la direzione di Sebastian Lang-Lessing.

Gioacchino Di Stefano, violino Diplomato in violino nel 1997 al Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo sotto la guida di Antonio Mameli, si perfeziona con Cristiano Rossi e Maddaleine Mtchell. È vincitore di tre premi in concorsi nazionali d’esecuzione e si è dedicato sin da subito all’attività orchestrale sonando in diverse compagini. Dal 2000 fa parte dell’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo. Ha eseguito in prima esecuzione assoluta lavori di Marco Betta e Simone Piraino. Nel 2017 ha partecipato al progetto “Le vie dell’amicizia” nello storico concerto di Teheran diretto da Riccardo Muti.

Vytautas Martisius è un violista lituano. Inizia gli studi musicali di violino e viola a Vilnius debuttando come solista con l’Orchestra Sinfonica Statale all’età di soli 14 anni. Si è perfezionato in Austria a Salisburgo, presso l’Università Mozarteum, e a Linz, presso l’Università Anton Bruckner dove si è laureato con lode. Nel corso dei suoi studi ha avuto occasione di perfezionarsi con grandi personalità del calibro di Tobias Lea, Thomas Riebel e Julian Rachlin. Vytautas è stato membro dell’Orchestra da Camera di Vienna come co-solista, ha collaborato regolarmente con la Volksoper di Vienna e negli ultimi 2 anni è stato prima viola dell’Orchestra Sinfonica Siciliana. Attualmente è ospite regolare come co-solista nell’orchestra WDR-Funkhaus di Colonia, in Germania.

Giuseppe Nastro, violoncello Inizia giovanissimo lo studio del violoncello e già ad otto anni è vincitore del primo premio assoluto al concorso internazionale della città di Stresa. Consegue la laurea al Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli nel 1999, diplomandosi successivamente all’Accademia di Santa Cecilia con il massimo dei voti. Ha collaborato con numerose orchestre italiane e straniere, tra cui l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino e l’Orchestra Internazionale d’Italia, svolgendo inoltre, un’intesa attività cameristica in Italia e all’estero. Attualmente ricopre il ruolo di primo violoncello al Teatro Massimo di Palermo.

LAMBERTO NIGRO, CONTRABBASSO Nasce a Siracusa nel 1983 e intraprende lo studio del contrabbasso all’età di 16 anni. Secondo premio alla rassegna per solisti “Citta di Vittorio Veneto” nel 2006, nello stesso anno debutta come primo contrabbasso dell’Orchestra Giovanile Italiana. Ha studiato contrabbasso e musica da camera presso la Scuola di Musica di Fiesole, la University of Victoria BC e in Svizzera, presso la prestigiosa Haute École de Musique di Ginevra e la Hochschule der Künste di Zurigo con A. Bocini, D. McTier, e i celebri F. Petracchi, E. Levinson, K. Stoll e G. Karr. Ha suonato con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra Sinfónica de Galicia, con il Teatro ”V. Bellini” di Catania, Les Dissonances di Parigi, il Musikkollegium Winterthur, Orchestre de la Suisse Romande e l’Orchestra Toscanini di Parma. Nel 2016 e nel 2019 è idoneo per il ruolo di primo contrabbasso presso l’Orchestra Sinfonica Siciliana ed è invitato come prima parte presso l’Orchestra Leonore, l’Orchestra of Europe e la Swiss Orchestra. È stato co-solista presso la Filarmonía Oviedo e la European Philharmonic of Switzerland e in trial presso la NFM Orchestra di Wroclaw. Idoneo alle audizioni di contrabbasso di fila presso il Teatro “V. Bellini” di Catania, il Teatro Massimo di Palermo e la Orchestra Sinfonica de Galicia. In ambito cameristico ha collaborato con lo Stradivariquartett di Zurigo, il Quartetto César Franck di Catania, la Bron Chamber Orchestra a fianco di solisti come Maxime Vengerov, Daniel Hope, Fedor Rudin, Zakahr Bron, Natalia Gutman (con cui ha registrato il CD Impressions -2013) e, nel 2012 vince il secondo premio al Kiwanis-Musikwettbewerb di Zurigo con l’Ensemble New Wave registrando nel 2017 un CD edito da Claves Records in collaborazione con il compositore siciliano O. Sciortino. Dal 2014 si dedica alla direzione artistico-musicale e attualmente ricopre la direzione artistica dell’Associazione Syrakammus e dell’Associazione Culturale Mascagni di Palazzolo Acreide. Suona un contrabbasso Paolo Antonio Testore della fine del 1600 c.a.

Maggiori informazioni

Orario

(Domenica) 20:00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere